European Skyrunnig Champs

K3 on fire, l’Analisi
Agosto 1, 2019
OGNI ARRIVO, UNA NUOVA PARTENZA.
Settembre 20, 2019

Questa volta non si tratta di #VerticalEndurace, ho deciso di mettermi gioco in due gare di alto livello:

I Campionati europei di Skyrunning che quest’anno si sono svolti nella bellissima valle di Bognanco alle spalle di Domodossola.

LE GARE

PERCORSO VERTICAL 3,4 KM 1100 D+

La partenza nel piazzale delle Acque Minerali Bognanco mt. 665, si sale lungo le mulattiere transitando dalle Frazioni : Boco, Bacinasco, San Lorenzo, Croce, Graniga, Alpe Gomba sino all’arrivo posto a quota 1.765 mt del sentiero che sale all’Alpe Dente.

PERCORSO SKYRACE  31 KM  2.600 D+

La gara si svolge su sentieri, creste, ghiaioni. Sarà predisposto lungo la cresta finale della prima salita ( Cima Verosso ) un tratto tecnico attrezzato con corde fisse. La partenza e l’arrivo sono entrambi posizionati nel campo sportivo in Località Alpe Gomba.

IPERGLICEMIA VS IPOGLICEMIA

Due gare molto diverse tra di loro che hanno messo a dura prova la gestione del Diabete:

  1. Nella prima lo sforzo fisico è intenso e breve, che per me ha significato 43 minuti a 171 bmp di media.
  2. La seconda gara è una prova di resistenza e di tecnica del percorso. Qui la mia performance è durata 3h25min con 147bpm di media.

Come si può notare dal profilo glicemico, sono partito da 96 mg/l (Buono) ed ho raggiunto in brevissimo tempo i 200mg/l di glucosio nel sangue.

Superati i 180 mg/l la performance non è proprio ottimale ma ancora accettabile.

Molto probabilmente avevo delle riserve di glicogeno accumulate nel pasto precedente che si sono “liberate” durante lo sforzo eccessivo e la mia insulina basale non è bastata a tenere i valori sotto la soglia.

Molto diversa invece è la gestione glicemica nella gara lunga.

Ho cercato di assumere carboidrati ogni 60 minuti di gara, questo mi ha aiutato fino a 1h45min. Dopodichè avrei dovuto aggiungere altri carboidrati oppure assumerli ogni 30 min. Infatti dal grafico si vede che sono andato in ipoglicemia. Anche in questo caso la performance è compromessa oltre al fatto che  bisogna fare molta attenzione in caso di glucosio basso.

C’è ancora tanto da imparare sia a livello sportivo che a livello glicemico!

Ma l’importante è divertirsi in mezzo a tanti campioni!!

Weekend ricco di emozioni!! 

#GBSR